Difesa

Microrganismi











 

Nematodi

Strategia biologica
Il più classico impiego di EUGENIO consiste nell’applicazione mediante manichetta in pre-trapianto alla dose medio-alta, seguita da trattamenti di mantenimento a partire dal superamento della crisi di trapianto, con cadenza di 10-14 giorni l’uno dall’ altro. In questo modo, nel caso di una coltura a ciclo medio-breve come il pomodoro in serra, si possono ipotizzare dai quattro ai sei-sette interventi in un arco di tempo compreso tra pre-trapianto e primi stacchi. Oppure si può attuare una strategia a dose elevata in pre-trapianto applicando 5l/1000m e ripetere con lo stesso dosaggio a 30gg di distanza.

esempio di posizionamento di Eugenio in regime di agricoltura biologica
 

Strategia integrata
Anche se il termine “integrato” risulta in genere di limitato impatto emotivo, a livello pratico il ruolo svolto da EUGENIO in agricoltura tradizionale può risultare ancor più decisivo che non in ambito “bio”. Diversi nematocidi tradizionali soffrono difatti di pesanti restrizioni che ne limitano l’impiego al solo pre-impianto, oppure consentono di frazionare i trattamenti sotto il vincolo di una dose massima per ettaro e anno. 
In questi casi EUGENIO, ben lontano da porsi come concorrente, può dimostrarsi un prezioso alleato dei nematocidi tradizionali, consentendo di posizionarli in epoca precoce con dose di massima attività, per poi proseguire la difesa conciliando efficacia con abbattimento dei residui.

strategia integrata Eugenio